mercoledì 13 maggio 2015

Come Distinguere Un Vero Cartomante Da Un Ciarlatano?

riconoscere-un-cartomante-ciarlatano
La Cartomanzia non è affatto una truffa, anche se alcune normalissime persone "pseudo cartomanti" possono tramutarsi in dei perfetti truffatori. In molti blog e forum su internet si accendono discussioni su questo argomento, e secondo la personale opinione di alcuni utenti, il vero Cartomante (colui in possesso del Dono) dovrebbe mettere la sua persona a completa disposizione dei bisognosi, ma senza riceverne un ben che minimo compenso in denaro. A tali affermazioni bisognerebbe riflettere con attenzione, visto che chi non pratica questo metodo Divinatorio non è a conoscenza dei suoi effetti collaterali. In primis, non è scritto in nessun luogo che chi abbia ricevuto un Dono tale debba mettere sotto sforzo i suoi neuroni dalla mattina alla sera effettuando consulti su consulti, e dedicando il proprio tempo ed energie a persone, senza averne il minimo compenso in cambio, quantomeno per ripagarne l'impegno, il dispendio di energie e la pazienza dedicata. Tuttavia, facendo un esempio analogo; come per chi ha ricevuto il Dono della Creatività Artistica, ed è in grado di creare Opere d'Arte, anche per il Sensitivo che ha ricevuto un Dono (seppur diverso da altri ma pur sempre un Dono), ed è regolarmente iscritto all'Albo, vi deve essere giustamente la possibilità di svolgere la sua professione in maniera legittima. Ma la domanda più comune è la seguente: come si fà oggi a distinguere il vero Cartomante dal ciarlatano? In quest'epoca così controversa dove la verità viene mescolata alla menzogna è difficile venirne a capo, ma noi di Medici Del Se" (finalmente) ne sveleremo l'arcano in questo interessante articolo, anche a difesa dell'intera categoria che specialmente dagli inizi di questo nuovo millennio continua a subire notevoli danni d'immagine e credibilità.

Il Sensitivo "Nicola Sciarra" (Cavaliere dell'Ordine Esoterico Della Pietra D'oro) intervistato da medicidelse.com.
Nicola Sciarra Sensitivo

D: buon giorno Nicola; come ci si accorge se un Cartomante è davvero un Cartomante?
R: In un consulto di cartomanzia, un vero cartomante ha delle regole da rispettare. Per prima cosa, "un vero Cartomante" durante un consulto, può rivolgere una sola domanda al consultante. Viceversa, i maghi ciarlatani si possono riconoscere, appunto perchè durante un consulto rivolgono al consultante svariate domande, mischiando alle stesse, storielle personali e giri di parole atti a creare una certa confidenzialità con il consultante. Peccato, che alcune persone non si accorgano in tempo di questo gioco psicologico, e rispondano ingenuamente raccontando "involontariamente" al fasullo Cartomante tutto quello che voleva sapere. Cosi' facendo il falso Cartomante una volta assimilata la storia del consultante può manipolare meglio il responso finale. Inoltre, occhio se fanno domande sulla disponibilità finanziaria, sul conto corrente bancario, libretto postale ecc ecc. Alcuni, addirittura sono arrivati (ad abusare) a far credere "al consultante" che fare sesso serva ad assorbire negatività, attenzione! E' assolutamente falso.
D: esistono delle scuole certificate per aspiranti Cartomanti? 
R: in realtà non esiste una scuola per imparare a leggere le carte, però esiste una scuola certificata per imparare le teorie dell'alchimia e dell'esoterismo.
D: quindi soprattutto nell'era Internet, si può cadere facilmente preda di truffatori per così dire "informatici"? Una volta atterrati sulla landing page di un sito di Cartomanzia, come ci si accorge se si ha a che fare con dei ciarlatani?
R: si certamente, anche e soprattutto nel mondo virtuale bisogna prestare attenzione. Tuttavia, per accorgersi è semplice. Non basta soffermarsi alla superficialità di alcune frasi convincenti ad es, "L'unico Sensitivo in Italia che ci mette il nome, il cognome, e la faccia". Per essere sicuri, basta esplorare il sito con attenzione navigando nelle varie sezioni, e verificare se il Sensitivo o i Sensitivi Cartomanti espongano i loro 2 Attestati.
Grazie infinite Nicola, credo che le tue dichiarazioni siano state preziose per i nostri lettori.