sabato 6 aprile 2013

Messaggio: Le Parole Di Ashtar Sheran


 Molte persone, sulla rete, diffondono comunicati di dubbia veridicita', ed inoltre non hanno ancora le idee chiare, riguardo l'entita' di "Ashtar Sheran". Mi permetto di riportare questo stralcio riassuntivo, non integrale, di testo, estratto da una comunicazione medianica in presenza di rappresentanti facente parte del Circolo Medianico della pace - Berlino 1978. "Al fine di trarne le giuste riflessioni". Alcuni di voi, forse i piu' sensibili", riconosceranno durante la lettura una sorta di connessione spirituale, sentendo nelle parole di "Ashtar" la forza e l'autenticita dell'anima del reale personaggio. Nel comunicato del 1978. Noterete l'affinita'che c'e' tra certi argomenti discussi, con il nostro attuale presente, ed il nostro passato piu' recente. Come se, Ashtar, dalle alte sfere di luce, volesse ancora una volta avvisare l'umanita', in anticipo, e prepararla per un prossimo futuro. Con grande autorita', compassione, e verita', lancia un monito, riguardante la nostra terra, e noi uomini.                                                                                                                       
ASHTAR SHERAN-COMANDANTE DELLA FLOTTA SPAZIALE INTERPLANETARIA. COMUNICATO MEDIANICO: PARLA ASHTAR SHERAN. <<Pace oltre tutte le frontiere! Con infinita pazienza siamo riusciti a convincere alcune persone di questa terra a credere alle nostre parole. L'odierna situazione e' molto piu' seria che ai tempi biblici. Prima non era possibile distruggere la terra in poche ore. Oggi le condizioni sono ben differenti. Non abbiamo paura che ci possa capitare qualche cosa, ma possiamo immaginare cio' che potra' succedere a voi. Per tale ragione siamo molto prudenti e riservati. Il sapere che una stella cosi ' grande e bella come la terra potrebbe venir distrutta da un giorno all'altro, ci causa un grande turbamento e non possiamo non fare tutto il possibile per rendere ragionevoli i terrestri. Noi ci mostriamo ogni giorno nel cielo! tutto il mondo discute delle nostre navi spaziali e vorrebbe che atterrassimo per negoziare con i capi. E' impossibile! Chi sarebbe disposto a negoziare con l'inferno? In breve un tale procedimento degenererebbe, a causa della vostra mentalita', in una terribile guerra mondiale. Del resto non abbiamo alcuna voglia di farvi vedere la nostra abilita' di distruzione. Noi siamo padroni della forza di gravita' e dell'antimateria. Abbiamo gia' messo a disposizione della terra ambe due le forze, ma quando avete tentato di approfittarne, le abbiamo ritirate. Guai a voi, se dovessimo usare queste forze in una guerra! Naturalmente ci interessa venire in contatto con i terrestri, ma purtroppo solo pochissimi sono adatti>>.DOMANDA: Quale circostanza ostacola un migliore e piu' ampio contatto con voi? - ASHTAR SHERAN : Vi e' una reciproca sfiducia. Inoltre, i terrestri hanno un educazione morale e spirituale molto erretrata. Se qualcuno avesse l'occasione di osservare il mondo, come lo possiamo fare noi, ne sarebbe atterrito. Fatti di somma importanza, che possono rendere bella e interessante la vita umana, vengono sdegnosamente respinti. Non possiamo capire come degli uomini educati ed istruiti, che vengono chiamati professori, ridono pieni di alterigia di seri procedimenti scientifici. Esiste, per esempio, la magia, essa e' la corona di tutte le scienze. Perche' viene rigorosamente respinta come un eccesso e un nonsenso morboso? Senza la conoscenza della magia non sarebbe possibile sormontare le enormi distanze da stella a stella. Persino la vita spirituale degli uomini e' una parte importante della magia. E sono propio i biologi e i medici che respingono anche solo la parola stessa. DOMANDA: Tu dici che la terra e' in pericolo. Di che pericolo si tratta?- ASHTAR SHERAN : Non intendo solo una guerra totale con armi nucleari, ma anche la distruzione generale di condizioni vitali, per esempio dell'atmosfera, dell'acqua, e prima di tutto del contegno spirituale dell'uomo. DOMANDA : E com'e' il risultato generale? -ASHTAR SHERAN : Purtroppo in gran parte negativo. Ma persino le registrazioni sopra universita' ed accademie mostrano un risultato terrificante. Registriamo una terribile empieta'. DOMANDA : Eppure abbiamo molte religioni, chiese e templi,e grandi comunita' spirituali. Come e' possibile ? - ASHTAR SHERAN : In tutti questi luoghi cosi detti pii non regnano la stima e la verita', ma il culto, l'abitudine, la tradizione e l'inclinazione verso il fantastico. La terra non deve avere paura della guerra, perche' ne e' ormai gia' schiava. Una guerra strisciante che viene condotta con tutte le falsita' dell'imboscata, cosi come piace al capo dell'oscurita'. E' peggiore della guerra con armi micidiali. La cosidetta "Battaglia Armageddon" e' in pieno corso, ma quanti uomini si interessano poi di un cosi' potente e misterioso conflitto, che non coinvolge solo il vostro pianeta, ma tutto l'universo? DOMANDA : Cosa ci potresti raccomandare per salvare la situazione? -ASHTAR SHERAN : Ai vertici della societa' mondiale ci sono dei capi empi, senza rispetto di Dio e senza alcuna conoscenza di se stessi. A capo dei centri religiosi stanno degli uomini senza giudizio, pieni di illusioni, che prendono delle assurdita' per miracoli divini. In queste condizioni e' difficile darvi il consiglio giusto. Un mio consiglio personale, che forse vi stupira', e' di smetterla con queste assurdita' incredibili. Cambiate cio' che c'e' di errato nella vostra religione e rivolgetevi ai fatti. Per favore cancellate dai libri tutto cio' che non appartiene al vostro tempo, ma non cancellate una fede in un Creatore che esiste davvero, anche se siete ancora troppo sciocchi ed inesperti per capirlo. Voi inciapate sui vostri slogans, dicendo: "A pensare provvede la materia". Il pensare e' l'eredita' divina dell'uomo. Il pensiero, come anche tutta la coscienza, e' quello che rende l'uomo simile a Dio in tutto l'Universo. DOMANDA : Come immaginate lo sviluppo immediato? Che cosa volete intraprendere? - ASHTAR SHERAN : Noi sappiamo molto bene da dove provengono queste circostanze negative,e ne conosciasmo le cause, che ci sforziamo di eliminare. Se ci riusciremo, daremo via libera al progresso. Le cause sono i pregiudizi, come anche l'informazione completamente errata nel campo della conoscenza superiore. Esistono ancora troppi terrestri che dicono: "Questo per me e' troppo evoluto.